S.E.M.Sviluppo web

Algoritmo Google: cosa cambia da Giugno 2019

Tutto ciò che ti serve sapere sugli aggiornamenti di Giugno 2019 dell’algoritmo di Google

Per adattarsi ad una crescente mole di informazioni caricate sulla propria rete, il motore di ricerca più famoso (Big G) ha annunciato diversi core updates nel mese di Giugno 2019: l’obiettivo è come sempre quello di fornire risultati corretti e sicuri per gli internauti.

Lo scorso 2 Giugno 2019 Google ha annunciato un core update inaspettato e con ogni probabilità legato ai contenuti dei siti web e all’evoluzione dell’intelligenza artificiale.

Secondo quanto dichiarato da Gary Illyes, Webmaster Trends Analyst di Google, per registrarne gli effetti “è necessario un periodo di tempo compreso tra un giorno e un paio di settimane, a seconda di fattori come la salute dei data center, la congestione della rete nei vari paesi e la qualità“.

Un sito interessato dall’aggiornamento dell’algoritmo di ricerca deve aver subito un cambio nel ranking e una conseguente variazione delle visualizzazioni e del traffico organico. Se non puoi contare su strumenti professionali come SEMrush o SeoZoom, affidati alla Google Search Console. Analizza il rendimento dell’ultimo mese, con focus sui giorni interessati dall’algoritmo, in particolare le metriche quali visualizzazioni, clic, posizione media nei risultati di ricerca. In linea generale, l’aggiornamento dell’algoritmo ha coinvolto diversi siti di notizie, siti a tema salute e quelli di immagini.

Alcuni aggiornamenti non cambiano solo il modo in cui viene valutato il contenuto del sito Web: alcuni hanno un impatto sul layout delle SERP.

Uno di questi cambiamenti, nel giugno 2018, è stato il lancio di video caroselli per un numero enorme di ricerche. Questa modifica al layout SERP ha visto la visibilità di YouTube crescere del 25% in una sola settimana.

E con il Core Update del giugno 2019, stiamo assistendo a qualcosa di simile – con un altro salto nei caroselli video, che ora appaiono per il 61,1% delle ricerche desktop.

Google penalizza i siti web che offrono bassa qualità di informazioni

Diversi siti web influenzati negativamente da questo aggiornamento sono i giornali e fornitori di notizie (newspaper), il che suggerisce che Google potrebbe innalzare la qualità per quanto riguarda le notizie.

Il modo in cui Google valuta la qualità è tutt’altro che trasparente, ma sembra che l’algoritmo penalizzi sopratutto quei siti che ritengono offrire contenuti di basso valore per argomenti e notizie quotidiane.

Due esempi sono dailymail.co.uk (nel Regno Unito), come riportato in Fast Company e cbs.com (negli Stati Uniti). E come ogni volta che hai perdenti in una particolare area, qualcuno – probabilmente un rivale – raccoglierà i frutti.

Il grafico della visibilità SEO mostra come la perdita di CBS è stata rispecchiata dal guadagno di Newsweek nella settimana dell’aggiornamento.

Se i siti di bassa qualità o di minori dimensioni stanno perdendo, è naturale che siti più grandi con una solida reputazione per contenuti di qualità riempiranno parte di quel vuoto. Un paio di esempi di siti che beneficiano sono yelp.com e yellowpages.com.

Il secondo Core Update di Google nel 2019

Il Core Update di giugno 2019 di Google è la seconda modifica sostanziale dell’algoritmo di base rilasciata nel 2019. Nel marzo di quest’anno, l’aggiornamento principale di marzo 2019 di Google ha creato un significativo sconvolgimento nei risultati di ricerca globali.

Soprattutto, l’aggiornamento di Google nel marzo 2019 riguardava le query di ricerca coperte dall’acronimo E-A-T (Competenza, Autorevolezza, Fiducia).

Ciò significava che molti siti Web nel settore sanitario erano tra i più grandi vincitori e perdenti del Google Update di marzo 2019.

Ad esempio, uno dei maggiori vincitori nella nostra analisi annuale dei vincitori e dei perdenti dei siti web più avanzati 2018, verywellhealth.com, è stato tra i domini che hanno sofferto di più nell’aggiornamento di marzo, mentre altri siti web sanitari, come draxe.com, hanno beneficiato dalle modifiche apportate all’algoritmo nel marzo 2019.

Cosa posso fare se uno dei miei siti web è crollato dopo l’ultimo Core Update di Google?

Alla fine del 2018, Google ha fornito una spiegazione dei suoi aggiornamenti principali, affermando che non ci sono errori specifici che i webmaster possono correggere per recuperare le classifiche perse dopo un aggiornamento del core. Invece, Google consiglia di offrire agli utenti il miglior contenuto possibile: questo è il modo migliore per scalare le classifiche e la SERP.

Il primo passo consigliato da Google per raggiungere questo obiettivo è lo studio delle Linee guida per la valutazione del fattore di ricerca di Google. Questo documento è progettato per aiutare i valutatori di qualità a comprendere, in modo non trascurabile, come classificare e valutare il contenuto.

Se i webmaster riescono a capire in che modo Google valuta i diversi tipi di contenuti e quali sono i requisiti per considerare un contenuto di alta qualità, saranno in una posizione avvantaggiata per reagire se si trovano a perdere classifiche e traffico in seguito a un aggiornamento di Google.

Hai bisogno di aiuto per aumentare la visibilità su Google del tuo business? Contattaci senza impegno per un preventivo gratuito.

Comment here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.